notai e blockchain

Notai e blockchain, cosa succede

Recentemente si è cominciato a parlare di notai e blockchain, ma di cosa si tratta e perché questa discussione sta generando tanto scalpore nel settore? Lo scopo di questo breve articolo è di aiutarti a comprendere meglio i concetti dietro questo nuovo paradigma legato alla sicurezza digitale e le posizioni dei notai a riguardo, vediamo insieme tutto quello che c’è da sapere.

Innanzi tutto è fondamentale dare una definizione di Blockchain. Definire questo concetto è estremamente complicato poiché esso è mutevole a seconda degli ambiti e degli utilizzi per cui viene impiegato, ma la si può enunciare come un nuovo tipo di rete che è in grado di garantire l’immutabilità delle informazioni in essa contenute e di conseguenza offre una sicurezza assoluta.

Come puoi ben capire per un notaio che lavora ogni giorno con atti, documenti e testamenti sensibili, avere un database sicuro e praticamente inespugnabile in cui conservarli è importantissimo. Non staremo in questa sede a spiegare nel dettaglio il funzionamento di questo nuovo paradigma ma è chiaro che si tratta di uno step evolutivo importante per lo scambio di documentazione per via telematica che ormai è diventata la prassi.

Notai e blockchain però non sono ancora due realtà complementari, esistono infatti ancora dubbi da parte di alcuni professionisti sull’ utilizzo di questa tecnologia che, seppur estremamente sicura, non è ancora riuscita a mettere d’accordo tutti. Le principali obiezioni riguardano la garanzia di tutela dei diritti dei cittadini che solitamente è a carico dello Stato (che possiede e controlla i pubblici registri in cui vengono conservati i documenti).

Nonostante vi siano ancora diversi punti da chiarire sull’effettiva compatibilità fra notai e blockchain siamo certi che l’evoluzione di internet, per altro già incominciata, tenderà sempre più in quella direzione. Resta ora solo da vedere come gli Stati si adegueranno alle nuove tecnologie e quali benefici esse potranno portare concretamente ai cittadini.

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>