corporate coaching

Cos’è il Corporate Coaching?

Corporate coaching è un termine che si sente spesso ultimamente ma non tutti hanno ben presente cosa sia e quanto sia importante a livello di gestione aziendale. In questo breve articolo cercheremo di spiegare con linguaggio semplice e non troppo tecnico cosa sotto intendano queste due parole anglosassoni e perché si organizzino addirittura corsi su questo argomento.

 

Il corporate coaching: note generali

Prima di partire con qualunque approfondimento è giusto dare una definizione generale di cosa si intende con corporate coaching. Citando i guru della comunicazione possiamo asserire che: “è l’insieme delle tecniche e delle strategie a disposizione di un leader (imprenditore, caporeparto ecc.) per ottimizzare la produzione lavorando sui rapporti fra le risorse (umane e tecnologiche) che ha a disposizione”.

Scendendo più nello specifico si possono identificare 3 aspetti fondamentali su cui un buon leader dovrebbe focalizzare la propria attenzione:

  • Mantenere un clima aziendale ottimale;
  • Avvalersi del problem solving creativo;
  • Regolare i rapporti nel proprio team.

 

Come può il corporate coaching aiutare la tua azienda?

Abbia messo in evidenza i 3 punti fondamentali del corporate coaching nel precedente paragrafo ed ora li analizzeremo uno per uno nel tentativo di spiegarti come essi possano portare beneficio alla tua azienda in maniera concreta.

Monitorare il clima aziendale non ha nulla a che fare con la temperatura dell’ambiente di lavoro, ma sotto intende la capacità del leader di sfruttare al meglio le risorse umane e tecniche dell’azienda che gestisce, per definire e raggiungere i propri obiettivi strategici.

Altro aspetto che distingue un leader competente è la capacità di impiegare il creative problem solving, ovvero l’essere in grado di affrontare in maniera creativa i problemi, magari avvalendosi anche delle idee dei propri collaboratori. Una mentalità aperta è fortemente raccomandata.

Il team building è responsabilità di qualunque leader, anche fuori dall’ambito lavorativo. Saper moderare divergenze e contrasti in maniera corretta e conciliare il lavoro di menti diverse, convogliandone le idee verso un obiettivo comune è un requisito fondamentale per il successo.

Il corporate coaching può essere concettualmente difficile da comprendere ma speriamo di averti chiarito almeno un pochino le idee con questo articolo.

annunci-escort

Annunci escort per i più esigenti

Quando si torna a casa dopo una dura giornata di lavoro è normale aver bisogno di un po’ di compagnia. Chi non ha ancora trovato la donna giusta, ma anche chi ce l’ha però non riesce più a comunicare con lei, adesso può contare sulle professioniste del settore, le migliori accompagnatrice d’Italia che, grazie agli annunci escort che si trovano sul web, finalmente sono alla portata di tutti.

Queste bellissime donne o trans, a seconda dei gusti, saranno in grado di ascoltare i vostri problemi, offrendovi il consiglio di un’ amica o magari solo qualche ora di svago lontano dalla tua assillante quotidianità. I benefici dello staccare un po’ da tutto e tutti sono appurati e possono essere equiparati a quelli di una breve vacanza, ma ovviamente a prezzi molto minori. Ma dove si possono trovare annunci di escort serie e professionali?

Online esistono moltissimi siti dedicati a questo argomento che raccolgono annunci di escort in varie città e provincie d’Italia, ma sono veramente pochi quelli affidabili al 100%. Il nostro consiglio è quello di visitare Escort Inserzioni, uno dei portali più votati dagli utenti in termini di professionalità e trasparenza. Qui potrete trovare tutte le ragazze ed i transi di vostro gradimento e contattarli direttamente senza intermediari per organizzare velocemente una serata divertente e spensierata.

Noterete da subito che la qualità del servizio offerto è ben differente rispetto a quella di altri portali simili, proprio perché lo staff ci tiene a dare ai propri utenti annunci di escort reali e non qualche fake che magari risulta completamente differente dalla foto profilo. Non scordate inoltre di consultare attentamente l’annuncio e qualora doveste riscontrare qualche irregolarità, Escort Inserzioni vi prega di segnalarla immediatamente.

partita iva regime dei minimi

Partita Iva Regime dei Minimi

Visto che in molti ce lo avete chiesto, oggi faremo un piccolo approfondimento sulla partita iva a regime dei minimi, ovvero quella tipologia di partita iva riservata a chi ha i requisiti necessari per attivarla, che presenta alcune interessanti agevolazioni per coloro che stanno per cominciare una nuova attività e si affacciano per la prima volta nel mondo dell’ imprenditoria. Speriamo che questo vademecum possa rispondere ai vostri dubbi.

Per poter aprire la Partita Iva Regime dei Minimi è fondamentale rientrare nei requisiti minimi che sono:

  • Non aver esercitato attività nei 3 anni precedenti;
  • Avere un’ età anagrafica massima inferiore ai 35 anni o eventualmente se si superano i 35, si può usufruire del regime agevolato solo per 5 anni.

Ovviamente questa tipologia di partita iva è soggetta a dei limiti poiché le agevolazioni che presenta non possono ne devono essere abusate. Il limite più significativo è quello del guadagno annuo che l’imprenditore può effettuare in un anno di attività ovvero 30.000 euro. Se supera questa soglia, nel corso del successivo anno finanziario perderà le agevolazioni. L’altro grosso limite è quello che riguarda l’investimento su strumenti e beni che ha un tetto massimo di 15.000 euro.

Pur offrendo diversi vantaggi interessanti fra cui: la possibilità di non dover presentare la dichiarazione annuale IVA, la non obbligatorietà di tenere le scritture contabile, l’essere esenti dal pagamento della dichiarazione IRAP e una tariffa Irpef agevolata del 5%, la partita iva a regime dei minimi presenta anche alcuni svantaggi, primo fra tutti il suo costo oggettivo. L’imprenditore infatti non può aggiungere l’iva sulle vendite, per questo non la può scaricare in seguito, quindi non ha un rientro delle spese sostenute.

Queste sono solo alcune linee guida basilari che vi consigliamo di approfondire nel dettagli al link sopra riportato, nel quale troverete numerosissime informazioni utili per scegliere quale regime di partita iva fa per voi.

crema-barò

Come si usa la crema Barò?

Impiegare un prodotto cosmetico per la cura e la prevenzione della cellulite è una cosa che fanno quasi tutte le donne, soprattutto in vista della prova costume, ormai imminente. Fra le varie marche la crema Barò è risultata essere, secondo le statistiche, quella che offre i benefici maggiori, anche in quei soggetti in cui l’inestetismo sia veramente grave ed evidente. In questo breve articolo cercheremo di darvi qualche informazione utile sul suo contenuto e su come è bene utilizzarla.

Bisogna premettere che la cellulite non si può combattere con una crema miracolosa ma serve un’ azione mirata e combinata di diversi fattori. L’alimentazione ad esempio incide molto su questo fastidioso problema, come anche una corretta idratazione e il movimento fisico. Assumendo dunque che già facciate le cose precedentemente elencate, la crema Barò risulta essere un prezioso alleato da integrare alle abitudini salutari sopra elencate.

Essa infatti grazie alla sua formula completamente naturale può essere usata in sicurezza su glutei e gambe, ed offre risultati concreti e tangibili in poche settimane. Nella composizione della crema Barò, realizzata dal genio e l’esperienza della dottoressa Giovanna Menegati, troviamo i polifenoli ritenuti i più efficaci antiossidanti presenti in natura.

In combinazione ad essi vi sono altri principi attivi fra cui i lipidi euretici, perfetti per idratare correttamente la pelle, e la ceramide III, che è in grado di ripristinare efficacemente la barriera epidermica fornendo una naturale protezione a cosce e glutei. Inoltre la crema Barò crea un effetto Balsamo che serve a rimpompare la zona di applicazione. Insomma non siamo di fronte ad un semplice cosmetico ma ad un alleato per la bellezza.